Papa Francesco anno IV – I suoi detti memorabili

papa

Venerdì 21 ottobre 2016 nella aula magna dei Padri Somaschi  di Corbetta parlerà il vaticanista del Corrire della Sera Luigi Accattoli. Argomento: i quattro anni del  Papa e i suoi detti originali, alcuni dei quali raccolti nel libro edito  pochi mesi fa dallo stesso giornalista presso Edizioni Clichy.

Accattoli,  marchigiano di Recanati, quasi 73 anni, padre di cinque figli (di cui 4 dalla prima moglie, morta giovane) e nonno di due nipotini, vive da tempo a Roma; ha lavorato a La Repubblica dal 1976 al 1981;  poi è passato al Corriere, per il quale continua a scrivere anche stando in pensione, essendo spesso richiesto di approfondimenti e di “memorie”, vissute soprattutto come “inviato speciale” nei numerosi viaggi fuori Italia di Giovanni Paolo II e  papa Benedetto.

Si dedica a tenere conferenze, in tutta Italia, soprattutto su famiglia, mass media e vita cristiana nella città secolare;  tiene  aggiornato, dal 2006, un blog, (www.luigiaccattoli.it) letto e commentato  con molto interesse.

Dal 1973  lavora per  Il Regno, quindicinale cattolico di punta dei Dehoniani, su cui tiene, dal 2000, ogni mese,  una rubrica molto seguita, dal bel titolo “Io non mi vergogno del Vangelo” (frase di san Paolo), che ha preso titolo e fortuna    dal suo libro, del 1999, con più numerose ristampe.

Vari i libri su papa Wojtyla (fondamentale:  Giovanni Paolo II. La prima biografia completa) e molto  belli i libri su I nuovi martiri e quelli che hanno per oggetto i monaci  certosini (martiri) di Farneta in Toscana e di Serra San Bruno, in Calabria.

Ma forse i libri a cui tiene di più   sono La speranza di non morire, sua prima opera “non vaticana”, del 1988 (fuori commercio), e i tre volumi  Cerco fatti di Vangelo. Storie italiane  (del 1995, 2011, e 2012).

A papa Francesco ha  riservato le riflessioni sul primo anno di pontificato in Il vescovo di Roma